Hide/Show Panels   Hide/Show Panels
Navigazione
Home
Il Club
Iniziative
Calendario
Forum
Articoli
Itinerari
Dressing
Notiziario
Documenti
Foto
Foto Utenti
Link
Video
Utilità
Libreria
Contattaci

Inviaci un dressing
Inviaci un articolo

Utilizzo dei cookies
Ultimi articoli
Da Chamberet a Clochard
Fly Tier of the Year...
Fly Tier of the Year...
Perarolo 2011
ZRSP Docciola
La mosca rapita 2011
Möll, Kleine Drau e ...
Lago Santo Modenese
I treni del Trebbia
Recupero sul Tiepido
Ultime foto inserite

Inviata il 17/07/2016 da william


Inviata il 06/12/2014 da Luca
Ultimi video
Seguici anche su
youtube

facebook
Prossimi eventi
23/09/2017 Venite a trovarci ad Entomodena
Il Club

La storia

Il Club, nato nel 1983, a partire dal 1990 ha indirizzato la propria attività principalmente nella gestione delle acque pubbliche.

Pur non trascurando gli aspetti culturali, didattici, informativi, sportivi e ricreativi (vale a dire: organizzando per i propri soci serate d'incontro con personaggi del settore, corsi di lancio e di costruzione, mettendo a disposizione una nutrita biblioteca con videoteca, raccolte di itinerari di pesca, materiale da costruzione e da gara di lancio, assistenza di personale esperto, ecc.), il CPM-MO è considerato l'elemento trainante verso una moderna gestione della pesca, specie nelle acque da salmonidi della provincia modenese.

Attraverso un confronto attivo e collaborativo con la Provincia di Modena, la FIPSAS, l'Arci-Pesca e i raggruppamenti ambientalisti, partecipa alla formulazione degli indirizzi politici in materia anche con propri rappresentanti nelle Consulte Ittiche Provinciali.

È affiliato all'UNPeM ed alla Thymallus ed iscritto nell'Elenco delle Associazioni Volontarie del Comune di Modena.

Dei suoi soci n° 4 sono abilitati alle funzioni di Guardia Pesca Volontario ed un gruppo stabile forma un Centro Operativo, riconosciuto dall'Uff. Caccia e Pesca provinciale, assai qualificato in operazioni di salvataggio, ripopolamento e censimento delle popolazioni ittiche.

Notevole è anche il patrimonio di esperienze maturato all'estero, sia in Europa che nelle Americhe, dai propri associati ed ora conta anche al proprio interno un discreto nucleo di appassionati in grado di fornire efficaci suggerimenti per la pesca a mosca nei mari italiani.

Dal gennaio 2004 si è fuso con il Fly Club Modena ricevendo un cospicuo apporto di esperienze maturate nella didattica e nella organizzazione di manifestazioni.

Il nuovo Club ha assunto la denominazione di C.P.M. FLY-MODENA- fresh & salt water.

Il CPM Fly e la Gestione Ittica
Ecco la cronologia degli eventi più significativi nella GESTIONE ITTICA del CPM Fly-MO.

  • 1962 - nasce il CIPM – TO, la prima associazione di pescatori a mosca italiani
  • 1966 - nasce il FLY ANGLING CLUB – MI, un autentico faro di cultura
  • 1967 - nasce il FLY CASTING CLUB – RE, il primo in Em-Rom., anche per storia
  • 1971- nasce il PESCA A MOSCA – TV, il più collaborativo club fuori regione
  • 1981 - nasce l'UNPEM
  • ???? - il CIPM-TO addirittura semina insetti!
  • 1983 - Nasce il CIPM-Sez. di Modena, affiliato alla FIPS, presidente Gino Stanghellini
  • 1983 - I reggiani Pietro Vecchi e Luigi Milesi insegnano ai modenesi il ripopolamento con le scatole Vibert e Withlock
  • 1983 - I modenesi ottengono l’Ospitale per un progetto pilota (ma dopo un paio d’anni il torrente verrà ruspato e il progetto sabotato)
  • 1984 (?) – I soci Giorgio Benecchi, Enrico Righi e Mauro Vecchi diventano GPesca Vol.
  • 1985 - Il club assume la denominazione C.P.M.-MO.
  • 1985 - Nasce l’AIIAD (Ass. It. Ittiologi d’Acqua Dolce), grazie all’interessamento dell’UNPeM
  • 1986 - Presidenza da G. Stanghellini a Mauro Vecchi
  • 1986 - Nasce la rivista Fly Line.
  • 1988 - Grande raccolta firme pro nuova L.R. sulla pesca.
  • 1988 - Sfuma l’accordo con ARCI di gestire un laghetto ai Vivinatura: “N-K troppo rivoluzionario!”
  • 1989 - Il Segretariato-Tesoreria passa da Tiziano Dotti a Paolo Canova.
  • 1989 - Affittato laghetto a Cittanova e condotto esperimento di semina di black-bass.
  • 1989 - Ricevuto primo contributo da CONI e cessato iscrizione a FIPS
  • 1990 - Ricevuto ultimo contributo da CONI
  • 1990 - Nasce il N-K “Fario”, a seguito intesa fra Prov.-MO, Comune Fiumalbo e S.V.A.
  • 1990 - Tiene lezione al club l’idrobiologa d.ssa Renata Zunarelli
  • 1990/1993 - Sul notiziario del club è pubblicata una serie di articoli di gestione ittica, tratti da T.O.S. (Truit, Ombre e Saumon)
  • 1991 - Abbandonato laghetto a Cittanova a seguito critiche interne.
  • 1991 - Presidenza da M. Vecchi a Carlo Alberto Mattioli
  • 1992 - Inizia in modo sistematico la posa di scatole Withlock
  • 1993 - Nasce la Lex Reg. Em-Rom sulla pesca (di 32 articoli, contro i 157 nella stesura del 1990!)
  • 1993 - Una delle prime denunce del CPM-MO alla Procura della Repubblica per sospette escavazioni nel Dragone
  • 1993 - Nasce il N-K “Ponte Prugneto”, come richiesto da CPM-MO in lettera del 22/5/92.
  • 1994 - Il club ottiene che l’alto Tiepido sia destinato a produzione di trotelle da immissione
  • 1995 - Presidenza da C.A. Mattioli a Mario Miceli
  • 1995 - Primi contatti con la sez. italiana di “The Grayling Society”
  • 1995 - Con le mostrine FIPS iniziano l’attività di GPesca i soci: Alberto Giovanelli, M. Miceli e Vittorio Omenetto
  • 1996 - Chiesto a Prov. MO intervento su traversa nel Panaro a Bondeno per salvaguardia cheppia
  • 1996 - Appaiono temoli nel basso Scoltenna
  • 1996 - Imponente svaso di limo dalla diga di Riolunato
  • 1996 - Iniziano avvistamenti di cormorani
  • 1996 - Prima Assemblea della Thymallus, erede della “The Grayling Society - Sez. It.” (P. Canova è uno dei 4 soci fondatori), cui il CPM-MO è associato.
  • 1997 - Nascono i N-K: “Casse Espansione Secchia”, “Casona”, “Docciola” e la Pesca Facilitata nel Bacino di Riolunato (che durerà un paio d’anni a causa di una gestione poco limpida).
  • 1997 - Iscrizione del CPM-MO nel Settore “Ambiente, ecc.” e nel Settore “Sport, ecc.” del Registro delle Forme Associative tenuto dal Comune di Modena
  • 1997 - Muore Saverio Benassi, pres. FIPS-MO, con cui era rinata una forma di collaborazione
  • 1997 - Muore Gaetano Fogliani il GPesca FIPS fananese stimato da tutti
  • 1997 - Inutile tentativo di ottenere informazioni sul DMV da Serv.Naz.Dighe-MI > Provveditorato Opere Pubbliche-MO > Autorità di Bacino
  • 1997 - Visita al club dell’ittiologo dr. Peter Gasser, direttore della piscicoltura provinciale di Bolzano, una delle poche che alleva temoli in Italia.
  • 1997 - Nasce il Pievepelago M.C.
  • 1998 - Nasce il N-K “Ponte Fola”, ingrandito nel 2000
  • 1999 - La Prov.-MO fa affiggere tabelle per la protezione del temolo in Scoltenna e Alto Panaro
  • 1999 - Durante l’inventario con elettrostorditore il 28/8 a P.te Docciola catturate 25 trote da 25- >45cm, e 15 temoli di 28-32cm; il 10/10, malgrado avverse condizioni e la limitazione del tratto scandagliato, rinvenuti 2 temoli nel N-K P.te Prugneto.
  • 1999 - Ruspe a P.te Docciola
  • 2000 - In Commiss. Ittica di Bacino Panaro siedono i soci: M. Vecchi (sostituto: M. Miceli), Luca Montorsi (per WWF), E. Righi (x Legambiente), in Commiss. Ittica di Zona Secchia siedono A. Giovanelli e Augusto Bartolacelli
  • 2000 - Ampliamento N-K della Fola e incandescente riunione a Pievepelago
  • 2000 - I garisti ottengono che il campo gara a fine Leo diventi “N-K extra gare, con esche naturali” (per evitare il prelievo del pesce rimasto e comunque potersi “allenare”)
  • 2000 - Anche sotto la spinta e il concorso del CPM-MO, la Prov.-MO-Settore Faunistico indice il seminario “Gestione dei corsi d’acqua…” (purtroppo il dr. Sabbadini, chiamato dal club, si ammala)
  • 2001 - Presidenza da M. Miceli a Francesco Messori
  • 2001 - Al Corso di Formazione “Fauna Ittica e Pesca Sportiva” (tenuto da Ferri, Gianaroli, Pascale, Piccinini, Sala) sono presenti: P. Canova, F. Messori, V. Omenetto, M. Vecchi del CPM e Fabrizio Fabbri, Giorgio Pavesi e Lello Rebecchi del Fly-MO.
  • 2003 – I soci F. Messori e Marco Ferrarini frequentano con successo il corso di GPesca organizzato dalla Prov. MO ma non otterranno mai il decreto. Intanto da anni non sono più attivi i precedenti GPesca Vol. ns. soci.
  • 2003 -Viene dato mandato a Franco Bertozzi, rappresentante UNPEM in Regione, di fornire parere positivo alla realizzazione di incubatoi di valle in Prov. MO, a patto che la responsabilità della gestione resti in capo all’Ente Pubblico.
  • 2004 - Commiss. Panaro: Vecchi (+Canova), Righi (x Legambiente) (al WWF c’é il collaborativo Mauro Zanichelli); Commiss. Secchia: Giovanelli, Messori (+Miceli)
  • 2004 - CPM e Fly si fondono
  • 2004 - Il 7/8 effettuato campionamento ittico su N-K Fola, tramite ittiologo dr. Gibertoni, a spese club + sponsor
  • 2005 - Il dr. Mauro Ferri ora lavora all’A.S.L. di Sassuolo. L’assess. Caldana e il dirigente Svampa comunicano che a seguito di forti pressioni (politiche = Muzzarelli?), contrariamente al giudizio espresso dalla maggioranza dalla Commiss. di Bacino del Panaro, apriranno il N-K Ponte Prugneto alle esche naturali. A nulla serviranno le proteste, anche scritte, del club.
  • 2007 - Decesso dr. Gianaroli, ittiologo subentrato al dirigente dr. Ferri. Sarà sostituito da ittiologo contrattista dr. Davide Pagliai.
  • 2008 - Presidenza da F. Messori a Loris Cristoni
  • 2008 - Il CPM Fly ospita una riunione sulle Microcentrali con i rappresentanti di No Tube, Emilio Salemme (pres. Consulta Ambiente Comune MO), Zanichelli (del WWF-MO), Filippi (pres. Legambiente-MO), ittiologi Piccinini e Pagliai, Banfi (GPesca FIPSAS), Luca Mordini (Sindaco Pievepelago), R. Messori (Fly Line), Borghi (Spinning Club It), rappresentanti di May Fly-BO e Club della Fiala-RE, ecc.. Segue incontro a Fanano con la popolazione, preceduto da volantinaggio.
  • 2008 - Commiss. di Bacino: Canova chiede l’eliminazione del pesce vivo come esca e dell’ardiglione: accolte, malgrado la protesta FIPSAS. Lamenta poi che la Commiss. sia convocata saltuariamente, che manchi una sua regolamentazione (come da anni da lui richiesto), la scarsa attenzione dell’assess. Caldana, l’inesistente sorveglianza, le mancate misure di contenimento dei piscivori, l’assenza di interventi sul DMV, i carenti PassaggixPesci, le nuove microcentrali, ecc.
  • 2008 - Al Fishing Show-BO la Regione presenta il PIR 2006-2010 in cui anche afferma che: 1) il temolo pare non turbare le altre comunità ittiche e dunque per esso potrebbero essere invocate le deroghe previste per gli alloctoni (come già richiesto con lettera del 6/3/95 dal CPM a Commiss. Ittica del Panaro); 2) oltre ai tratti N-K da farsi in zone di pregio naturalistico-biologico ne andrebbero individuati altri “ittioturistici” in zone idonee; 3) le scale di rimonta sono valide solo se progettate da esperti, ecc.
  • 2008 - Il N-K “Docciola”, su progetto a guida di Villiam Grimandi, diventa Zona Trofeo onde raccogliere anche l’appoggio di FIPAS e Spinning Club al tentativo di recupero del tratto
  • 2009 - Nuovo assess. Sig. Tomei. Commiss. Panaro: Canova , Graziano Mordini (pres. Pievepelago M.C. x Legambiente), (+Zanichelli del WWF), Commiss. Secchia: Messori, Giovanelli, + Grimandi (x Legambiente)
  • 2009 - A Pievepelago l’assess. Tomei in un pubblico incontro afferma di cercare la strada per l’introduzione della pesca a pagamento e per migliorare la sorveglianza, grazie ai GPesca dell’Ente Parco (che nessuno vedrà mai!).
  • 2010 - Approvato regolamento Commiss. Ittica, da anni proposto e sollecitato da Canova.
  • 2011 - Il CPM Fly sottoscrive la denuncia tramite legale contro ENEL per lo svaso di Riolunato.
  • 2012 - A Ferrara viene firmato il protocollo delle Associazioni di Pesca Ecosostenibile, fra cui UNPeM, mentre FIPSAS si defila.
  • 2012 - Dopo circa 2 decenni di attività, il “gruppo operativo” (costituito in modo informale da nostri volontari e che nel 1996 contava 15 ns. soci, di cui 3 GPesca) viene inglobato nel nuovo NUTIM (Nucleo Tutela Ittica Modena) organizzato e strutturato anche formalmente da Prov.-MO, di cui fanno parte: il Grimandi (GPesca prima GEL e poi GEV) ed altri soci che hanno frequentato il relativo corso.
  • 2012 - Esce la nuova L.R. sulla pesca.
  • 2013 - Commiss. Ittica: Canova, Messori, (Luca Serri), +Grimandi (x Legambiente), (+Zanichelli del WWF)
  • 2013 - Il CPM Fly partecipa all’esecuzione del Progetto CORMAN, cui ha aderito la Prov.-MO su insistenze del club.
  • 2013 - L’assess. Tomei, stante il dissenso dei fananesi, non autorizza il ritorno alle sole esche artificiali di almeno metà del N-K di P.te Prugneto (mentre incassa l’unanime consenso al “contributo ittiogenico” da tutto il territorio provinciale).
  • 2013 – Muore l’udinese dr. Antonio Sabbadini, una autorità su temolo e trota, con cui il club ha nel tempo colloquiato.
  • Dal 4/10/2013 è iscritto nel Registro Provinciale delle Associazioni di Promozione Sociale di Modena, ex L.R. n° 34/2002


STATUTO DEL CLUB APPROVATO IL 16/09/2013

INFORMATIVA SULLA PRIVACY PER I SOCI

Perché pescare a mosca?

  • Perché la correttezza etica è un suo tradizionale vessillo.
  • Perché induce alla consapevolezza del patrimonio naturale da difendere anche nelle sedi politiche e amministrative.
  • Perché è la modalità di cattura che consente di rilasciare il pesce con la maggior probabilità di sopravvivenza (circa il 98%).
  • Perché porta ad una salubre vita all'aria aperta.
  • Perché si traduce in una pesca di movimento, gradita a chi ama l'attività fisica non esasperata.
  • Perché è praticabile da entrambi i sessi, sostanzialmente a qualsiasi età.
  • Perché, ingannando il pesce tramite la sua vista, esige acque trasparenti e quindi la si esercita in ambienti solitamente belli e piacevoli.
  • Perché consente di insidiare i pesci sia delle acque interne che del mare, siano essi insettivori o predatori.
  • Perché, come esigenza del sistema, richiede nozioni naturalistiche e porta ad un più intimo contatto con la natura.
  • Perché fa si che ogni giorno si possa imparare qualche cosa di più.
  • Perché su essa è stato scritto un numero di volumi superiore a quello di qualsiasi altro sport.
  • Perché suggerisce anche in ambito domestico una piacevole attività hobbistica: la costruzione di artificiali da pesca e, volendo, anche di partecipare a gare dedicate a tale arte. Recenti frontiere del “fai da te” sono la costruzione di canne, mulinelli ed altro.
  • Perché schiude ai collezionisti le porte d'ingresso ad un settore antiquario di nicchia.
  • Perché offre l'opportunità di approfondimenti storici e culturali.
  • Perché avvicina l'individuo agli studi entomologici, idraulici, di conservazione ambientale, ed altro ancora.
  • Perché promuove l'aggregazione e l'amicizia.
  • Perché spinge i suoi cultori ad allargare gli orizzonti, stimolando il desiderio di viaggi all'estero e promuovendo la socializzazione con cittadini di altre nazioni.
  • Perché permette di praticare un autentico sport agonistico (ovvero di svolgere una prestazione fisica, con l'aiuto di uno strumento, il cui risultato non dipende da casualità o fattori esterni all'atleta): le gare di lancio (regolamentate dalla International Casting Federation).
  • Perché costituisce un passatempo sano, alternativo ad altre forme meno vincenti sotto tale aspetto (basti pensare al tifo violento e al doping), abbordabile da praticamente tutte le tasche.
  • Perché non indirizza la sfida contro esseri umani.
  • Perché insegna a competere, prima ancora che con il pesce, con sé stessi.

Perché associarsi al CPM Fly - MO?
Perché la vita del cane sciolto è povera di orizzonti; in essa manca il confronto, il suggerimento, l'aggiornamento, soprattutto disinteressato e mediato dall'esperienza di tanti.
Solo unendosi con altri simili si acquista forza e le idee vincenti diventano patrimonio comune del gruppo, da portare avanti. Il club dà e riceve secondo le capacità di ogni suo singolo componente; farne parte significa inoltre godere di particolari possibilità, come quella di partecipare a determinate competizioni o a campagne del Gruppo Operativo.
È facile rendersi conto che il CPM Fly – Modena, così come è stato fedelmente presentato, è la sede ideale alla maggior parte delle risposte fornite al "perché pescare a mosca".

Cosa facciamo
Il C.P.M. FLY si occupa della divulgazione della pesca con la mosca artificiale proponendo corsi di lancio tecnico, di costruzione degli artificiali e uscite di pesca per tutte le fasce di età.

Dove siamo
La sede del Club si trova presso il Circolo Polisportiva Saliceta S. Giuliano a.s.d. in stradello Chiesa di Saliceta n° 52 41125 Modena.


L'ingresso è situato dietro il bar
ingresso

Dal casello Modena Sud: andando verso Modena alla prima rotonda girare a sinistra (anziché proseguire verso Modena) e dopo circa 200 metri girare a destra (anziché proseguire sul cavalcavia). Continuare per circa 2 km sino a che la strada termina in una rotonda sormontata da una scultura floreale rappresentante una carrozza. Proseguire diritto (cioè seconda uscita della rotonda) e andare avanti per circa 1 km sino alla fine della strada, che muore, dopo un doppio semaforo, in via Giardini. Girare a destra (verso modena centro), superare un semaforo e dopo circa 500 metri entrare nella laterale destra via Panni. Dopo 150 metri a destra c'è il piazzale della polisportiva.
Dal casello Modena Nord: alla prima rotonda girare a destra e dopo 300 metri ancora a destra, imboccando la tangenziale. Andare dritto seguendo l'indicazione per il centro (uscita 17/B). In tal modo si supererà la prima rotonda (della motorizzazione) e la seconda rotonda (cinema/hotel Raffaello), poi 2 semafori. Il secondo semaforo è sulla via Giardini e occorre girare a destra. Dopo 200 metri c'è un semaforo e dopo altri 200 metri si svolta a sinistra in via Panni, dopo 150 metri a destra c'è il piazzale della polisportiva.

Quando
Il ritrovo è ogni lunedì sera dalle ore 21.00 alle ore 23.00 presso la sede prima specificata.

La nostra sede







Inserito il 04/11/2009 20:16:29 ·
Login
Username

Password



Non sei registrato?
Clicca qui per registrarti.

Hai perso la password?
Richiedine una nuova qui.
Ultimi Utenti Online
Luca 2 giorni
ombre 1 settimana
Luca89 1 settimana
Antony33 settimane
Roban36 settimane
sauro58 settimane
Sala Fabr...58 settimane
william61 settimane
cri66 settimane
Roberto6572 settimane
Messaggi veloci


ombre  stato
11/09/2017 18:25:27
Ciao Luca, Sabato ci sarà Fabio Mauri , Fabio Giuffredi e Clinio Linetti, da non perderli perchè c'è veramente da imparare.
Luca89  stato
11/09/2017 15:03:45
CIAO PRES,STO CHIEDENDO A QUALCHE RAGAZZO DEL CLUB UN PO DI MATERIALE PER FARE UN CLIPPINO DA TRASMETTERE SUL TV CHE PORTEREMO A ENTOMODENA,OLTRE ALLA TELECAMERA CHE RIPRENDERà CHI è AL MORSETTO DURANTE LA MANIFESTAZIONE.
ombre  stato
05/09/2017 20:46:53
Lunedì sera possiamo parlare e proporre chi ha delle idee per EntoModena.Ciao a tutti :idea: :idea:
ombre  stato
05/09/2017 20:42:44
Ad esempio:Una garetta libera a tutti di lancio , sia di precisione che di distanza molto semplice e divertente per far due risate insieme.Questa è un'idea se ne accettano altre molto volentieri.
ombre  stato
05/09/2017 20:38:04
Quest'anno non perdetevi Entomodena, vogliamo organizzare delle novità per rendere l'evento un pò più vivo .
ombre  stato
03/09/2017 18:15:29
Ci proviamo? Anche perchè mi sembra più centrato sul nostro sport, senza cavolate o politica ,qua parliamo fra di noi della nostra passione , senza pettegilezzi o discussioni. Ciao a tutti ci vediamo domani sera al club .
ombre  stato
03/09/2017 18:10:01
Ciao a tutti, ho avuto dei problemi col compiuter ma finalmente ci sono di nuovo , mi dispiace che il sito non venga quasi più usato, proviamo a ritornarlo a vivere?
Luca89  stato
13/09/2016 20:06:27
ottimo!
grazie
ombre  stato
13/09/2016 19:48:05
Ciao Luca , dovrebbe essere venerdì verso le 17 e per smontare domenica verso le 13 . comunque chi vuole può venire dal sabato mattina a domenia senza problemi che stiamo un pò in compagnia. Ciao a tutti.
Luca89  stato
11/09/2016 08:40:06
ottimo. grazie loris.
per chi riesce a venire a dar una mano per montare e smontare quali sono gli orari e giorni?